6 giugno 2015 - Corpus Domini a S. Niccolò, Lecco – Santissimo Corpo e Sangue di Cristo – Coro Aurora Totus

Basilica di S. Niccolò, Lecco

ore 18:00 orario da confermare!

Notizie liturgiche

1) L’Ascensione e il Corpus Domini sono sempre stati celebrati di giovedì. Nel rito antico il Corpus Domini aveva anche un’ottava (cioè per gli otto giorni successivi si celebrava sempre la messa del Corpus Domini).

Per le processioni era tradizione che la processione solenne in città e nella sede dei Vicari foranei si facesse il giovedì; in tutte le altre parrocchie la domenica successiva. Molte parrocchie poi facevano anche  una breve processione ogni sera dell’ottava.

2) La riforma liturgica del concilio Vaticano II è stata pubblicata quando lo stato Italiano cancellava dal calendario le feste dell’Ascensione e del Corpus Domini; e così nei messali romano e ambrosiano – per l’Italia – queste due feste erano fissate alla domenica successiva.

Non così né in ambrosiano né nel romano nella diocesi di Lugano, per esempio, dove i due giorni di cui trattasi sono tutt’ora festivi.

Lo spostamento alla domenica seguente (o precedente in certi casi) si attua per tutte le feste negli Stati che non le riconoscono come tali. Per esempio negli Stati Uniti d’america l’Epifania è sempre celebrata la prima domenica di gennaio.

3) Il nuovo Lezionario ambrosiano e la riforma del Calendario ambrosiano, hanno riportato al giovedì sia la festa dell’Ascensione che quella del Corpus Domini; e pertanto per esempio a Milano la processione guidata dall’arcivescovo si fa il giovedì sera.

Ma questi due giovedì sono giorni di lavoro e quindi la presenza dei fedeli è evidentemente scarsissima. Per questo in tutte le parrocchie le feste sono tutt’ora spostate alla domenica successiva.

Così anche a Lecco in Basilica dove noi siamo chiamati a celebrare la prefestiva del 6 giugno nel quadro della loro grande celebrazione sia del Corpus Domini che degli anniversari di ordinazione sacerdotale di quei preti.